Stampa
Rassegna stampa sulla Titanus e le sue produzioni.

Il Resto del Carlino - Elena Sofia Ricci, libellula vivace


Pubblicato il: 07/10/2003
Visualizza la scheda di: ORGOGLIO
Elena Sofia Ricci, libellula vivace nel panorama del cinema e della televisione italiana. Dopo la prima serie di "Orgoglio", Elena Sofia sta per girare la seconda: di nuovo tredici puntate da protagonista. Ogni venerdì, intanto, è su Raiuno al fianco di Placido nella fiction "Un papà quasi perfetto". Poi al cinema la vedremo in "La fine della notte" di Piscicelli, con Ennio Fantastichini. Ma lei, Elena Sofia (nella foto), che spettatrice è? «Mi piacciono gli attori, in televisione; mi piacciono le serie recitate bene da colleghi bravi. Quando vedo uno come Luca Zingaretti, o come Sergio Castellitto, non mi stacco più dal televisore».
Che cosa, invece, non ami?
«I cosiddetti reality show, dove di reale non mi sembra ci sia niente. Il Grande Fratello mi fa venire un malessere fisico. E' la prova che siamo diventati una nazione di guardoni, che vivono attraverso le storie degli altri. Mi sembra assurdo che due guardino dei ragazzi che fanno l'amore in una casa, invece di farlo loro stessi...».
E "L'isola dei famosi", versione vip del Grande fratello: un programma che venerdì scorso ha battuto la "sua" fiction, "Un papà quasi perfetto"?
«No comment. La nostra fiction "Un papà quasi perfetto" è diversa da tutte le altre. Noi raccontiamo un antieroe. Abbiamo il fascino più discreto dei problemi veri, quelli della gente comune, in cui tutti si possono riconoscere. C'è chi inventa avventure esotiche. Ma per citare Lucio Dalla l'impresa eccezionale è essere normale».
Una curiosità: hai un televisore o vedi la tv a tutta parete, con il muro che fa da schermo?
«La vedo a tutta parete, con un buon sonoro: è quasi come andare al cinema».
Gli ultimi film che hai visto 'a tutta parete'?
«'La finestra di fronte' di Ozpetek e 'La meglio gioventù' di Giordana. Avrei voluto vederli candidati all'Oscar".

di Giovanni Bogani
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina